La verità e i suoi nemici (di Micheal P. Lynch, Raffaello Cortina, 2007)

Michael Lynch presenta una appassionata difesa della verità contro tutti i suoi nemici – e, si potrebbe aggiungere, anche contro qualche amico fin troppo interessato (interessato, cioè, a imporre sotto il pretesto della Verità i propri dogmi). Lynch mira però a un sottile equilibrio tra verità e democrazia, tra credenza giustificata e “società aperta”, nella convinzione che tutti noi dobbiamo avere a cuore la prima per salvaguardare la seconda. Altrimenti, l’alternativa è il “silenzio della schiavitù”; ovvero, fuor di metafora, l’incapacità di fronteggiare con buoni argomenti le pretese di qualsiasi oppressore.