Quattro lezioni sullo spazio e sul tempo (di S. Hawking e R. Penrose, RCS, 2011).

Si può comprendere l’incomprensibile? Ovvero: si può comprendere l’Universo? E quanto è sottile il confine tra una “teoria del tutto” e una utopia filosofica? Due grandi scienziati contemporanei raccontano al grande pubblico le loro sfide più ardite.

Queste “lezioni a quattro mani”, tenute al Newton Institute for matematica Sciences dell’Università di Cambridge, vedono a confronto die titani della scienza, due uomini dotati di grande autoironia, e i loro sogni.

Il sogno di Penrose, autore di una teoria della coscienza elaborata a partire dalla meccanica quantistica, è che il mondo matematico, quello fisico e quello mentale coincidono. Il sogno di Hawking è quello della teoria finale e, al tempo stesso, della completa trasparenza e comprensibilità dell’Universo.